GUIDA GRATUITA alla Maratona, Mezza Maratona e gare su strada




Ultime notizie

Consigli per il potenziamento muscolare per chi inizia a correre

Consigli per il potenziamento muscolare per chi inizia a correre  
Se esistesse un partito dei runner, da qualche anno a questa parte avrebbe vinto qualsiasi elezio...
Leggi tutto

Correre in estate: cosa deve fare e cosa deve evitare un runner quando si allena con il caldo

Correre in estate: cosa deve fare e cosa deve evitare un runner quando si allena con il caldo  
Correre di per sè è già molto faticoso, ma quando ci si allena con temperatu...
Leggi tutto

Gare su strada: l'importanza dello stretching e del riposo per evitare affaticamenti ed infortuni

Gare su strada: l'importanza dello stretching e del riposo per evitare affaticamenti ed infortuni  
Generalmente un podista over 40 che ha iniziato la pratica del running in età avanzata, pe...
Leggi tutto



Come scegliere un preparatore atletico: quali caratteristiche deve avere?


in Preparazione atletica, letto 2160 volte

 Stampa         Condividi

Correre la maratona, di qualsiasi difficoltà essa sia (ad esempio la Maratona di Roma) e vincerla è l’obiettivo principale di molti atleti che amano la corsa. Per allenarsi per la maratona è fondamentale contare sull’aiuto del preparatore atletico.

Il preparatore atletico è il professionista specializzato nel preparare gli atleti che praticano sport (sia livello agonistico che amatoriale) a raggiungere la condizione fisica ideale, a mantenerla e a recuperarla dopo eventuali infortuni. Nella sua attività lavorativa può seguire singoli atleti o squadre intere.

La base di partenza della sua formazione è rappresentata dalla facoltà di Scienze Motorie. Questa classe di studi (triennale o quinquennale) permette di acquisire conoscenze specifiche in ambito medico, psicologico e psicopedagogico oltre che nozioni di base nella progettazione, realizzazione e gestione di attività motorie per lo sport e/o il recupero funzionale e competenze avanzate di allenamento a livello teorico e pratico. Conseguito il titolo di studio è necessario individuare con certezza il ramo specialistico in cui si vuole operare e quindi frequentare uno dei corsi istituiti appositamente dalle singole Federazioni Sportive per diventare preparatore atletico.

Questa è la base per diventare un preparatore atletico per la maratona.

A parte la formazione richiesta deve possedere un’ottima forma fisica. Per svolgere al meglio la professione bisogna essere in grado di motivare psicologicamente gli atleti, infondere loro grinta, determinazione, e soprattutto la carica necessaria per ottenere dei buoni risultati.

Il preparatore sportivo, chiamato in alcuni casi anche personal trainer, che prepara il suo atleta determina un programma per la preparazione alla maratona: trova gli obiettivi di performance da raggiungere nel breve, medio e lungo termine ed elabora piani progressivi di preparazione fisica.

Un buon preparatore sportivo deve essere in grado di:
- assegnare esercizi e piani di lavoro;
- verificare la corretta esecuzione dell’esercizio-piano di allenamento;
- monitorare i tempi di esecuzione;
- supportare e motivare gli atleti;
- analizzare i risultati conseguiti dagli atleti rispetto al programma;
- valutare modifiche in progress del piano iniziale di allenamento.

Il rapporto che si instaura tra l'allenatore e l’atleta è un rapporto di fiducia.

 



Stampa Stampa
 

Preparatore atletico

il mio lavoro è quello di aiutare le singole persone oppure gli atleti delle società sportive a ritrovare e mantenere la propria efficienza fisica attraverso una preparazione atletica mirata e calibrata su ogni singola esigenza.

Come contattarmi

Cell. (+39) 335.5255050

email: sergiolino61@gmail.com

Mi potete trovare anche al "Parioli Fitness Club 162" in Viale Parioli 162 (Roma)

Presso il campo di atletica "Acqua Acetosa"in via dei Campi Sportivi (Roma)